Mi riferisco al suo scontro con Rovelli.

Qui.

e

Qui

 

E servita.

Is there also a bikini day in which Muslim devoted women wear bikinis to promote tolerance for western habits?

La sesta?

Leggo:

“La Turchia ha sospeso temporaneamente i suoi voli militari in Siria nell’ambito della Coalizione internazionale anti-Isis dopo l’abbattimento del jet russo al confine. Lo rivela oggi il quotidiano Hurriyet, citando fonti anonime della diplomazia di Ankara. Secondo Hurriyet la decisione sarebbe stata presa in accordo con la Russia per evitare il rischio di nuovi incidenti. Lo stop potrebbe durare fino a quando Ankara e Mosca non riapriranno i canali di dialogo, tra cui una “hotlinè” per la trasmissione di comunicazioni militari ritenuta necessaria per la prevenzione di possibili episodi ulteriori di tensione al confine.”

La mia personale interpretazione è che i Turchi ora si cagano addosso perchè i Russi gli devono aver detto qualcosina nell’orecchio…

Con una disarmante sincerità un lettore scrive che mostrare la foto di un profugo morto sulla spiaggia (il figlio di uno scafista, pare), è di sinistra e va fatto, mostrare i morti ammazzati a Parigi sarebbe di destra ed è giusto non farlo. Freccero smuove gli istinti peggiori, l’ho sempre detto.

Un articolo molto confuso, che tra l’altro sposa due o tre tesi contemporaneamente . Colpiscono alcune affermazioni. “Perché l’attacco di Parigi viene percepito da tutti come una provocazione dell’Islam nei nostri confronti, non come una risposta ai bombardamenti francesi in Siria?” Come si fa a scrivere “tutti”? Non è vero, la maggioranza degli europei e degli italiani sa benissimo di cosa si tratta, e vede bene che decenni di politiche estere disastrose (non solo la Siria) e di profonde contraddizioni e ambiguità presentano il conto, un conto che per l’ennesima volta si vuole saldare facendo la guerra e rinfocolando sentimenti nazionalisti (la grandeur della Francia, i monumenti illuminati coi colori della bandiera) o meglio nazionalpopolari e convenzionali, in una messinscena intrisa di sostanza ideologica basata sulla nostra indiscutibile superiorità (non a caso nell’articolo si legge che Fallaci aveva previsto tutto. La Fallaci??? Bell’esempio – con tutto il rispetto – di equilibrio e lucidità). Il cabaret occidentale che si ripete tutte le volte fa un po’ pena: di quei poveri morti si dovrebbe finalmente sentire la responsabilità, ammettendola, piuttosto che fermarsi all’oggi (la Siria è solo l’ultimo tassello). I governanti per primi, la televisione e anche la stampa embedded semplificano e coltivano la genesi del nemico, mentono di continuo, ma chi come Freccero osserva le persone comuni da lontano si convince che quei media e quei leaders politici ci rappresentino e che siano realmente capaci di influenzare le nostre opinioni. No, per fortuna no, ormai sappiamo che la rappresentazione della realtà ci propone il verosimile e non il vero e sappiamo anche che l’industria della Paura serve a togliere democrazia dovunque, anche qui da noi. “In televisione ha prevalso un genere consolidato di successo: la mozione degli affetti, la cronaca come spettacolo atto a colpire la pancia e non la testa degli spettatori”: fa veramente specie che sia proprio Freccero a co-firmare questo articolo. Lui che si complimentava poco tempo fa su Il Manifesto per la foto di Aylan definendola riuscitissima dal punto di vista mediatico? Mah, non ci si crede, memoria corta e doppia morale a gogò.

  •  

    Immagine Avatar

    Ovviamente il riferimento alla Fallaci era ironico. E poi c’e’ una bella differenza fra la pubblicazione della foto di un bambino profugo morto e le inchieste morbose sugli attentati: la prima scelta spinge a sinistra, la seconda a destra.

…si deve prendere atto che «le nuove generazioni sono, in larga maggioranza, pienamente musulmane quanto alla religione, e pienamente occidentali quanto alla cultura. Ciò non pone loro alcun problema.»

E se lo dice lui…

Con Daesh ci vuole il dialogo, lo sostengono molti che hanno le idee chiare.

Allora proviamoci: un rappresentante g20 ed un rappresentante del califfo si trovano (dove?) vengono perquisiti (ovvio) e si siedono.

G20: siamo qui per trovare una soluzione pacifica alla convivenza tra Daesh e comunità occidentale, un terreno comune su cui convergere

Daesh: convertitevi tutti e finirà la guerra

Oppure

Daesh2: ritiratevi da Siria e Irak e lasciateci sterminare in pace Yazidi Kurdi Caldei ed altre minoranze

G20: (continuate voi, io ho da fare)

Notizia.

Per una che basa tutta la sua comicità sul sessismo (che come il razzismo non può essere “al contrario”) e sull’aspetto fisico questo è il minimo…

Pare che ci siano delle ombre elettrondense nel cervello di molti giornalisti .

[i Palestinesi] “non accettano la presenza di ebrei nei territori da loro controllati”

oppure

“governi esteri e dalle Nazioni Unite per i quali la presenza di ebrei sarebbe una violazione delle leggi internazionali.”

Gli Arabi non vogliono Ebrei nei loro territori e questa presenza sarebbe, secondo le Nazioni Unite, una violazione delle leggi internazionali.

Quindi, secondo l’ONU, un popolo ha il diritto alla pulizia etnica?

Ne ha parlato con gli altri presidenti di Parlamento? 
«Penso che ci sia finalmente un cambio di attitudine verso la necessità di dare nuovo impeto al processo di integrazione politica. C’è molta preoccupazione per i flussi migratori, per il fatto che ancora non si riesce a uscire dalla crisi e per l’avanzare di forze populiste che stanno sfruttando tutto questo a loro vantaggio. Se non ci muoveremo subito, consegneremo il continente ai soggetti che hanno interesse a disgregare anziché costruire»

Secondo le motivazioni della legge questo è un femminicidio.

Dice il prete: <<Ci sono vescovi che ospitano immigrati a casa propria e non si sono mai riempiti le tasche di soldi, anzi. Lo fanno anche Salvini, Zaia e Grillo?>>

A voi risulta che Grillo Salvini e Zaia siano per l’immigrazione?

Noi facciamo tendenza (Gassmann e Passera), loro incassano la TASI (Marino e Alemanno)  e voi ci pagate e vi rimboccate le maniche… ma e’ per il vostro bene.

Ve ne faccio un riassunto

sim­bo­lo­gia … pogrom … plau­dente… maca­bro …sgangherato…  inde­gno … vomita …esuli … impren­di­tori …. deli­rante …fattualmente ….sgomenti… fascio­le­ghi­sti … edotti …perigliosa  … deli­rio … anaf­fet­ti­vità …. medio­cre … bor­ghese o piccolo-borghese… ville con piscina … alloggi ordi­nari…gaglioffi … Lega Nord … sublime … emble­ma­ti­cità razzista

Eccone un ottimo esempio.

L’incipit parla della qualità della categoria “noi latini”: bello vero?

Che poi la domanda “Dov’è la Sinistra mentre CasaPound va in piazza?” ha una risposta molto semplice: gli intellettuali sono a scrivere articoli in cui si chiedono che fine abbia fatto la Sinistra ed i militanti sono a riempire il web di commenti inutili.

Gne gne gne.

E adesso un bel referendum contro la legge della domanda e dell’offerta.

Piazze piene urne vuote? I “betting odds” pagano il si 4/9 e il no 7/4… Voi a chi credete, ai soldi o alle chiacchiere?

El me compare Toni, responsabile di Immigrazione e Sicurezza della Lega Nord, non può che essere uno sporco razzista: dovete solo avere il coraggio di andarglielo a dire.

Pannolini no, corano si.

Ma non ci toccherà chiudere le moschee?

Dobbiamo smetterla di sfruttare le loro risorse, è da 2000 anni che lo facciamo e che ci lamentiamo del fatto che rimangono sottosviluppati: basta ipocrisia! Restituiamo loro il maltolto.

Vi consiglio di concentrarvi sul min 3 e 20 secondi: il tizio con gli occhiali nega che uno nato a Vicenza da una Vicentina sia un Vicentino e che gli Americani siano venuti per liberarci dal nazifascismo. Chi ci libererà da tanta idiozia non lo so, temo che possa essere solo la morte.

Ecco cosa succede se si beve latte andato a male

Scrivo questo perchè la storia delle mammografie/Grillo mi ha aperto uno squarcio sul metodo degli estremisti. Il metodo è questo: prendere un’autocritica e farne un’arma contro. Alcuni esempi?

I medici si interrogano continuamente su quanto sia inutile ed addirittura pericoloso (almeno psicologicamente) esagerare con gli esami indagatori, a parte alcuni casi fondamentali nei quali la frequenza esami e’ elevata (ma mai esagerata): familiarità di determinate patologie, check up periodici, follow up etc. Se prendete questa autocritica la potete trasformare nell’ultima performance tragicomica di Grillo ed il biglietto è gratis (paga la pubblicità in TV).

Gli scienziati si domandano quale sia il limite nella sperimentazione animale, limiti in parte etici ma, soprattutto, metodologici, economici e scientifici: prendete questa autocritica e datela in mano agli animalisti e vi ritroverete in una caverna a morire di influenza (o mangiati dagli animali).

I capitalisti si chiedono dove sia lecito porre il limite etico fra proprietà privata e pubblico e, quindi, quale sia l’equilibrio fra un sano stimolo imprenditoriale ed il puro egoismo del possesso, o fra i legittimi diritti della persona ed i capricci privati: date questa autocritica in mano a degli estremisti e vi ritroverete a vivere come lupi o come pecore.

http://www.videoparlamento.it/scheda/440716#id-2990854

E’ interessante il passaggio in cui dice che nonostante tutti gli animali sacrificati dalla sperimentazione animale ci sono circa 1000 nuovi casi di cancro al giorno solo in Italia (3:47:00).

Ma questa tizia che da aria all’ugola la conosce la differenza tra causa ed effetto?

La giungla dei prezzi: in media
da 4,50 a 90 euro a pasto

di S.Ravizza

I documenti  dicono che durante la seconda guerra mondiale arabi palestinesi ed ebrei erano su sponde opposte. Gli antagonisti nazirossi se ne facciano una ragione: il loro antisemitismo non può cambiare la Realtà: le brigate ebraiche sfilano e i filo palestinesi guardano.

Massimo 9 anni di carcere per strage non è un brutto affare. Considerate che in effetti diventeranno 5 e che poi gli ospiti verranno rimborsati per detenzione in condizioni disumane, potrebbe essere un affare!

si prendono gli ultras del Cagliari, Atalanta, Roma, Varese etc etc. Con i barconi vuoti o con le motovedette li si porta sulla costa libica e si dice loro: Tobruk buono, Egitto buono, Tripoli cattivo, vuole fare gol a tua squadra!

Si torna dopo due tre mesi. Risultato garantito: qualcosa di buono é successo…

Scusate ma ho una specie di amnesia: chi è la Boldrini (..ini  …ini …ini)?

O fiducia o morte.

Salvini vs. Casarini (ini ini ini) Vauro vs. Meloni (oni oni oni) Vedere per credere… (domani vi metto i link link).

La scoperta dell’aria fritta.

Basta un fatto come questo per dar lavoro a 4 Carabinieri 3 avvocati, 2 giudici, cancellieri segretari… E’ il PIL che avanza, coi nostri soldi. Naturalmente io sono per l’ergastolo: bocconcini di carne e acqua.

(un prossimo post lo farò sul reato di riccicidio stradale)

Vi spiego perche’ alcuni anni fa ho deciso di diventare vegano.

Gli animali soffrono perche’ hanno un sistema nervoso come noi. In effetti anche i moscerini hanno un sistema nervoso e perfino le meduse. E’ abbastanza intuitivo il fatto che un individuo senza sistema nervoso non può soffrire perché gli mancano i neuroni sensitivi. I neuroni sono delle cellule specializzate che propagano segnali nervosi sulla loro superficie usando delle onde di ioni che entrano ed escono dalle loro membrane. Tutte le cellule del nostro corpo fanno queste onde saline ma alcune cellule di più. Anche le cellule delle piante fanno queste onde elettriche ma l’accordo generale e’ che le piante non pensano: se le piante pensassero cosa penserebbero di noi vegani? In effetti gli erbivori sono nemici delle povere piante indifese perché  ne divorano i teneri germogli e gli unici alleati delle piante sono i carnivori che talvolta azzannano e uccidono gli erbivori. Quindi, e’ meglio pensare che le piante non pensano perché altrimenti penserebbero male di noi vegani che ci nutriamo solo di loro e non dei loro peggiori nemici. Ma siccome viviamo in un mondo in cui bisogna essere politically correct altrimenti Lilly Gruber fa la faccia corrucciata, Vauro ti costruisce una vignetta ad hoc e Fabio Fazio non ti manda Fabio Volo ad intervistarti, allora ho deciso che sono vegano solo per il 97% del mio tempo (il 3% non è statisticamente rilevante) e che posso dedicarmi ad alimenti di origine rigorosamente erbivora (mucche, latte, pollame) per un tempo massimo di 1 ora al giorno da calcolarsi con cadenza settimanale (5 ore alla settimana).  Da quando ho deciso questa dieta sto molto meglio con me stesso, mi sento in perfetta sintonia con le piante che mi circondano e, ovviamente, anche con gli animali che ormai non mangio quasi più. Ve lo consiglio anche a voi.

Tzipras é un grande!
Ha vinto le elezioni
Ha fatto sparire la Troika
Ha detto no alle condizioni della Istituzione
Lo ha ribadito: NO!
Poi ha accettato tutte le condizioni
COSÌ SI FA, razza di smidollati schifosi deficienti puzzolenti cattivi e brutti!

Santachè e Scazzi a ottoemezzo
Grande spettacolo di squallore antropologico

C’è un gran da fare per impedire ad alcuni esaltati di andare a combattere per lo stato islamico: io invece penso che dovremmo pagare loro il biglietto di sola andata.

Va bene che sono odiosi e che andrebbero eliminati fisicamente ed al più presto (e su questo non ho dubbi) ma il metodo che propone la maggior autorità in proposito non è proprio nelle mie corde. E se questa è la maggior autorità allora c’e’ veramente da chiedersi se, presi fra i due, e’ meglio essere colpiti dall’incudine o dal martello…

L’Università del Cairo: «Uccidete i terroristi di Isis»

E intanto l’Università di Al-Azhar al Cairo, il più prestigioso centro d’insegnamento dell’Islam sunnita, ha chiesto l’uccisione e la crocifissione dei terroristi dell’Isis, esprimendo sdegno per la barbara uccisione del pilota giordano. In una durissima nota diffusa dopo il video in cui Maaz al-Kassasbeh veniva bruciato vivo, l’autorità religiosa ha chiesto «l’uccisione, la crocifissione e la mutilazione dei terroristi dell’Isis».

da Il Corriere della Sera

Chi parla di Scontro di Civiltà sta sottovalutando il problema

“Considerare la sfida terribile del terrorismo fondamentalista nell’ottica dello scontro tra religioni o tra civiltà sarebbe un grave errore. La minaccia è molto più profonda e più vasta. L’attacco è ai fondamenti di libertà, di democrazia, di tolleranza e di convivenza.”

Non riuscivo a capirne la Genesi ma adesso mi é tutto chiaro

“Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi:
navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione,
ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser,
e Carlo Freccero dichiarare a Corrado Formigli che
per sapere la verità basta cercarla sull’Internet
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo,
come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire.”

Riprendo un concetto espresso da Carlo (M) Cipolla e citato recentemente dai miei amici di Topgonzo relativamente alle quattro categorie economico antropologiche in cui si può dividere una popolazione umana in funzione dei beneficiari delle azioni: un individuo col suo comportamento può fare del bene (win) o del male (lose) a se stesso o alla società: gli intelligenti sono win-win, gli sprovveduti lose-win, i cretini lose-lose ed i banditi win-lose. Ora, al di la’ delle polemiche, deve essere chiaro che pagare un riscatto è chiaramente una strategia da banditi, una strategia in cui si fa il bene a se stessi (salvando il bene materiale o umano) ma un danno alla società. La legge questo lo sa bene ed infatti nei rapimenti blocca i beni materiali del rapito e dei suoi familiari per impedire il pagamento del riscatto. Il primo paradosso che trovo in questo atteggiamento è che la norma scatta automaticamente quando il rapimento avviene in territorio nazionale e cioè quando lo Stato, che dovrebbe garantire la sicurezza dei cittadini entro i suoi limiti territoriali, non riesce a farlo ed impedisce anche al cittadino di trovare una soluzione al fallimento del suo Garante. Incredibilmente (secondo paradosso), lo Stato paga i riscatti quando questi avvengono al di fuori del suo territorio, in scenari bellici e segnalati dall’Unità di Crisi della Farnesina  e cioè in condizioni nelle quali non ci si aspetta che il proprio Stato abbia responsabilità sull’accaduto. Il terzo paradosso è che la situazione dovrebbe essere esattamente rovesciata: lo Stato dovrebbe pagare i riscatti per i rapimenti che avvengono nel suo territorio proprio per compensare le mancanze di un dovuto controllo.

Dal punto di vista morale, poi, posso vedere la più cruda delle contraddizioni nel pagare un riscatto . Parliamo della vita come bene supremo e ammiriamo e supportiamo chi con spirito di sacrificio dedica la propria al bene degli altri (Carlo Cipolla direbbe gli sprovveduti, ma lui era avulso da Neuroeconomy e compensazioni morali): medici che curano malati di Ebola, missionari laici e religiosi che aiutano i bisognosi ovunque, anche in zone di rischio. Queste persone sanno bene che stanno donando la propria vita al bene comune: se chiedete ad un medico in Sierra Leone se sa che sta rischiando la sua vita per salvarne 100 vi dirà di si, che lo sa. Quindi, stiamo parlando “in potenza”, potrebbe morire, potrebbe salvare. Ora mi chiedo e vi chiedo quante persone si possono salvare “in potenza” con 5 milioni di Euro da distribuire come vaccini, pozzi per l’acqua, antibiotici, integratori alimentari: più o meno di due? Ma non sarebbero Italiani, dite? Ah, ho capito: siete razzisti o xenofobi?

Vedo una grande lezione di maieutica in Charlie Hebdo, a tutto tondo. Anche il piccolo gesto di disegnare una vignetta pop può dare spunti e levare fuori il meglio o il peggio delle persone. E poi dicono che la cultura classica non serve.

Anche se nella mia ignoranza non capisco bene il significato della parola “sillogismo” ammetto che la cosa più rilevante successa in questi giorni e su cui valga la pena di fare un post sono le frasi di Ferrara.

Era dai tempi dei nazisti che la Sinagoga di Parigi non restava chiusa durante il Sabato. Domani sará chiusa.

Renzi oggi ha detto “On est tous Français”. Probabilmente lo sono anche i terroristi islamici. Allora sarebbe il caso di dire cosa non siamo. Oppure che siamo tutti infedeli. Insomma, dire qualcosa che ci dica che siamo diversi da quelli.

555347-knGB-U43050482507976tPH-1224x916@Corriere-Web-Sezioni-593x443

E quindi, siamo almeno in tre.

Potete convincermi di qualsiasi cosa, dovete solo riuscirci. Sagredo